Facebook e GDPR: altri aspetti di un rapporto tormentato

Già con le vecchie norme FB ha avuto problemi di privacy con i cittadini europei, ancor peggio andrà con il GDPR, sia per le nuove tutele che per le nuove sanzioni.

In particolare però, questo articolo si concentra sui dati particolarmente sensibili, molto spesso raccolti senza la piena consapevolezza degli utenti: il 73% degli utenti europei sarebbe stato etichettato secondo idee politiche, religiose, sindacali, sessuali. Dopo il 25 maggio sarà ancora certamente possibile, ma solo a seguito di un consenso esplicito e chiaramente informato degli utenti. Almeno in teoria, poi vedremo s i nostri dati verranno ancora venduti per pochi centesimi, nonché se le sanzioni saranno veramente irrorate e saranno efficaci.

E sarà anche interessante verificare se la possibilità di accesso e di rettifica sarà realmente praticabile: già è seccante essere etichettati, ancor di più lo è esserlo in modo errato.

FB e dati sensibili

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *