Un nuovo approccio alla videosorveglianza

Col Regolamento cambia anche l’approccio alla videosorveglianza, dato che variano diritti e possibilità nella gestione di dati che possono anche essere sensibili (ad esempio una videocamera potrebbe inquadrare una medicazione o qualche dispositivo medico che faccia presupporre un problema di salute). Il focus passa così dallo strumento tecnico alla motivazione per cui viene utilizzato. Le attività ispettive saranno soprattutto volte a controllare che l’utilizzo avvenga in conformità con quanto dichiarato. Più semplice la gestione di un impianto di videosorveglianza che entri in funzione solamente in contemporanea con l’impianto antintrusione. Per chiarire queste questioni, l’Ispettorato del Lavoro ha emanato una circolare ad hoc.

Insomma, altri punti che l’azienda dovrà verificare per essere in regola.

2018-03-02 INLcir5-2018-Videosorveglianza

GDPR e videosorveglianza

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *