L’auto chiamerà da sola i soccorsi con un occhio alla privacy

Niente più ricerche disperate, persone intrappolate per ore in un veicolo ribaltato in un canalone o al fondo di un dirupo, ambulanze che vagano su strade sbagliate e decine di soccorritori impegnati in ricerche dagli esiti incerti. Da quest’anno sarà obbligatorio su ogni veicolo un veicolo che, in caso di incidente grave, è in grado di lanciare automaticamente l’SOS e di segnalare la posizione del veicolo incidentato, consentendo un intervento rapido e puntuale ai soccorritori.

Ottimo, tuttavia il sistema, almeno in potenza, è anche in grado di tracciare in modo continuo la posizione del veicolo, e, conseguentemente, di tracciare gli spostamenti del proprietario. l’Unione assicura tuttavia che non vi saranno problemi per la privacy, dato che il sistema è completamente silente fino a che non ritiene che il veicolo abbia avuto un incidente grave. Speriamo che nessun hacker trovi qualche punto debole, perchè in caso di pericolo l’idea è certamente valida!

L’auto chiama da sola i soccrosi

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *