Il GDPR è da implementare all’interno dei processi

Che il Regolamento rappresenti un cambio di rotta e non sia facile da implementare è ormai assodato.

Interessante questo articolo che paragona la sua implementazione al baco del millennio, quel timore che al cambio di secolo i computer avrebbero fatto confusione con le date e sarebbero andati in tilt, il che ha costretto a implementare delle correzioni e soprattutto a ripensare i programmi, in modo che una data non sia più un limite alla funzionalità. Il nuovo GDPR deve essere pensato allo stesso modo: correggendo quelle parti che non sono conformi, ma, nel tempo, implementando i processi già includendo i principi enunciati dal Regolamento Europeo.

Privacy by design

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *