Diritto all’oblio: il tempo non è l’unico criterio

Un interessante intervento del Garante, ancora in tema di diritto all’oblio: un dirigente della PA aveva subito una condanna parecchi anni prima, quindi ha scontato la pena ed è stato riabilitato. La vicenda è ritornata alla luce in occasione di un nuovo incarico ed è stata chiesta la rimozione dei link che rimandavano alla vecchia condanna in nome del diritto all’oblio. Interessante ed articolata la risposta del Garante, che ha ritenuto meritevole di accoglimento la richiesta riguardo all’articolo orignale, dato il tempo trascorso e la successiva riabilitazione. Non ha ritenuto invece di dover far cancellare i link ad articoli più recenti, che menzionavano i fatti in un diverso contesto ed in un quadro di informazione più geneale riguardo alla persona.

http://www.gpdp.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/export/6692214

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.