La valutazione di impatto privacy

Spetta al datore di lavoro valutare i pro ed i contro dei trattamenti dei dati. Occorre verificare che i dati raccolti siano necessari, proporzionali all’obiettivo da raggiungere ed aggiornati. Inoltre occorre valutare se gli strumenti tecnologici, ad esmpio l’uso del cloud, proteggono adeguatamente il sistema. Infine occorre tenere presente che il lavoratore è un soggetto più vulnerabile, quindi il mero consenso non può essere sufficiente per giustificare qualunque trattramento inappropriato.

Datori di lavoro e valutazione d’impatto

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *