Data retention: pericolo per la privacy, pericolo per le indagini

Certo i dati sul traffico Internet e sul traffico telefonico sono utilissimi per le indagini: saper con chi si è parlato, chi c’era intorno ad un sospettato grazie alle posizioni dei cellulari può dare un svolta alle indagini. Tuttavia a distanza di anni può diventare un eccesso, per cui le norme prevedono che i dati cengano periodicamente cancellati. In particolare le norme antiterrorismo prevedevano una conservazione per due anni, dal giugno 2015 al gigno 2017. Un arco di tempo in generale sufficiente, ma troppo breve per alcune situazioni particolari, per indagini complesse e lunghe come possono essere il monitoraggio di gruppi estremisti o di bande criminali organizzate.

Data retention

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn
Share