Concorsi: trasparenza e privacy

Se si partecipa ad un concorso e si vuol verificare che la procedura si sia svolta regolarmente, chiaramente può essere presentata una richiesta di accesso agli atti. Se però non si è partecipato al concorso e si fa richiesta di tutti i compiti corretti, allora ci si scontra con la privacy dei candidati. E’ questo il senso di una risoluzioen del Garante, che ha ritenuta illeggitima la richiesta, basata sul principio di accesso generalizzato introdotto dal cosiddetto FOIA, di accedere a tutti i temi d’esame che ra stata presentata da una persona che neppure si era iscritta al concorso. Dunque trasparenza sì, ma con i legittimi limiti imposti dal corretto trattamento dei dati.

Concorsi e privacy

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn
Share