Controllo a distanza dei lavoratori: si cambia!

La Corte di Cassazione sembra aver mutato orientamento nei riguardi del controllo a distanza dei lavoratori. Se da precedenti interventi sembrava assodato che l’installazione di sistemi di videosorveglianza fosse consentito con il consenso dei lavoratori, in questo nuovo intervento si ritiene che non sia nella facoltà degli stessi derogare dai principi dell’art. 4 dello Statuto dei Lavoratori, per cui non è possibile un accordo locale senza il consenso e l’accordo delle organizzazioni sindacali. In effetti, al di là delle motivazioni giuridiche, da un punto di vista pratico il singolo lavoratore può essere sottoposto a pressioni che non rendono libera la scelta, mentre un’organizzazione sindacale può valutare con maggiore libertà.

sentenza

Controllo a distanza

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *