Chip sottopelle al posto del badge

Molto spesso nelle aziende il badge non serve solamente a “timbrare” entrata e uscita, ma serve come identificazione continua, paga la mensa, apre le porte di aree riservate, magari consente l’accesso ad aree riservate del sistema gestionale o la configurazione di apparecchiature. Ovviamente è una seccatura doverselo portare sempre appresso o non poter lavorare se lo si è dimenticato. In effetti un chip sottopelle risolve alcuni problemi: la mano è più difficile dimenticarsela. Però non è una soluzione un po’ troppo estrema? Non ci sono problemi in termini di privacy, almeno potenziali, dato che fin troppo facilmente il dispositivo può essere trasformato in una specie di braccialetto elettronico, che può seguire le persone anche nei bagni?

Chip sottopelle al posto del badge

Print

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.